mille dubbi

 

 

 

 

Nella penombra della mia anima …

Quanti dubbi offuscano il cielo,

Quante foglie cadono non viste

E quante spade generano rivoli di sale.

Forse fosti amore ed io non t’ho riconosciuto?

Forse fosti voce ed io non t’ho udito?

Forse fosti Dio ed io da te mi sono, con ignominia, allontanato?

Forse fosti lacrima ed io in essa ho perigliosamente naufragato?

Forse fosti brezza ed io t’ho imprigionato nella scrigno della memoria con geloso pudore?

Forse? Forse?

O Luna, incantatrice ed enigmatica, porta a lei un lampo di luce

Qual umile araldo di poche ma indelebili certezze.

Forse fui io a non dirti t’amo e nel cuor mio ancor brucia,

Sotto pallide orme e ceneri obsolete … stanche,

Un tuo sorriso … un tuo sguardo … una tua lacrima

Nel tentativo di donar ristoro ad un’ombra

Che nel silenzio immeritatamente urla ed … ancora tace!”

 

SEBASTIANO GIRLANDO

 

Un sensibile e bravo poeta mio amico 

Lascia la tua opinione

* campi obbligatori (l'indirizzo email NON verrà pubblicato)

Autore*

Email*

URL

Commento*

Codice*